Pizza vegana: la ricetta per un Pizza day cruelty free

Parlare di pizza vegana sembra essere oggi una contraddizione in termini, eppure le pizze simbolo del nostro paese sono la Marinara e la Margherita: pizza vegana la prima e vegetariana la seconda. Un cibo dalle origini umili che ha letteralmente conquistato il mondo intero, tanto da vedersi riconosciuta l’onorificenza di una Giornata Mondiale. Il 17 Gennaio si celebra il World Pizza Day e il fatto che questa ricorrenza cada nel bel mezzo del Veganuary non rappresenta un limite né per il palato e tantomeno per la tradizione!

Leggi l’articolo per scoprire come nasce il World Pizza Day. Alla fine troverai la ricetta che ho sperimentato per gustarsi a casa una buona pizza vegana!

Indice

  • Perché il 17 Gennaio è la Giornata Mondiale della Pizza?
  • Ricetta pizza vegana con cipolle olive
    • Ingredienti
    • Procedimento
    • Note

Perché il 17 Gennaio è la Giornata Mondiale della Pizza?

pizza margherita

La celebrazione della pizza a Napoli è una ricorrenza alla quale assistiamo ogni week end da molte generazioni. Un disco di acqua e farina condivisa con amici e familiari, capace di regalare serenità e spensieratezza dopo una settimana di lavoro. La pizza stessa, nell’immaginario collettivo del popolo partenopeo, è un cibo la cui sacralità celebra occasioni intimamente importanti come compleanni, primi appuntamenti o anniversari di matrimonio. E forse è proprio questo legame viscerale con la cultura di una terra antica raccontata con i gesti e i sapori della tradizione che ha permesso l’ingresso dell’Arte tradizionale del pizzaiuolo napoletano nella lista del Patrimonio Immateriale dell’UNESCO, il 7 Dicembre del 2017.

“Un riconoscimento che porta la pizza nell’Olimpo della cucina nazionale e internazionale e identifica l’arte del pizzaiolo napoletano come espressione di una cultura che si manifesta in modo unico”

Agenzia delle Nazioni Unite

I festeggiamenti ufficiali di questo lietissimo evento si tennero il 17 Gennaio del 2018, una data simbolica che rievocava un’antica tradizione andata in parte perduta: “O’ fucarone di Sant’Antonio”. Proprio in questa data si celebra Sant’Antnio Abbate, considerato il Santo del fuoco: una leggenda narra che il monaco cristiano sia sceso nell’Inferno per salvare delle anime peccatrici, riportando dolorose ustioni (da qui il nome Fuoco di Sant’Antonio per identificare l’herpes zoster, una malattia della pelle da infezione virale). La religione cristiana considera il Santo come protettore dei pompieri, dei panettieri e dei pizzaioli ed ogni anno in suo onore vengono accesi dei grandi falò, detti fucaroni o focazzi, per salutare l’anno vecchio ed accogliere quello nuovo, mangiando e festeggiando all’insegna dell’abbondanza.

“Abbiamo semplicemente scelto di tornare indietro nel tempo e ritrovare una tradizione che ai tempi dei miei nonni e anche prima legava tutta la nostra categoria professionale: ovvero l’omaggio a Sant’Antonio, patrono del fuoco e quindi dei forni” racconta Antonio Pacepresidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana (AVPN).

Ricetta Pizza Vegana con cipolle e olive

pizza vegana con cipolle e olive

Dalle classiche pizze della tradizione, come l’elegantissima Marinara, condita con solo olio, aglio, pomodoro e origano, e la regina Margherita, le sperimentazioni hanno portato alla creazione di vere e proprie ricette gourmet dai sapori spesso esotici. Non saranno certo i vegani a spaventarsi di fronte a questo panorama così variegato! Volendosi allontanare dai sapori della tradizione, le possibilità e le combinazioni di ingredienti per gustare e celebrare il World Pizza Day con una una pizza vegana sono davvero numerose!

Oggi ti propongono una delle mie ricette di pizza vegana preferite: integrale in stile focaccia, condita con cipolle e olive ischitane. Continua a leggere per scoprire come cucinare questa bontà!

Ingredienti

  • 500 g di farina integrale
  • 350 g di acqua a temperatura ambiente
  • 20 g di olio extravergine d’oliva
  • 4 g di lievito di birra fresco
  • 5 g di sale fino

Per la farcitura saranno necessari:

Pizza vegana: procedimento

Panetto di impasto e pizza in teglia

Preparazione impasto

  • Versa l’acqua a temperatura ambiente in una ciotola capiente e sciogli al suo interno il lievito di birra stringendolo tra le dita.
  • Aggiungi poco per volta la metà della quantità di farina necessaria amalgamandola per bene per evitare la formazione di grumi.
  • A questo punto aggiungi il sale e l’olio e continua ad amalgamare la parte restante di farina.
  • Lavora l’impasto fino ad ottenere un panetto liscio e non troppo duro.
  • Copri con un canovaccio e lascia lievitare lontano da correnti d’aria fredda per 5 ore. Se l’ambiente è particolarmente freddo, copri la ciotola con una coperta.
  • Se dopo 5 ore il panetto avrà almeno raddoppiato il suo volume è pronto per essere steso in una teglia da forno o in uno stampo da 24 cm. Se il volume non è raddoppiato, lascialo ancora lievitare qualche ora avvicinandolo se possibile ad una fonte di calore per favorire la lievitazione.
  • Ungi la teglia con dell’olio d’oliva oppure stendi un foglio di carta da forno e ungilo un pochino.
  • Stendi l’impasto all’intento della teglia spingendolo con le dite dal centro verso l’esterno, fino a ricoprire l’intera teglia.
  • Lascialo lievitare nella teglia ancora per un’oretta.
pizza vegana con cipolle e olive ad un pic-nic

Condimento e cottura

  • Preriscalda il forno impostandolo ad una temperatura di almeno 220 gradi.
  • Siamo pronti per condire la nostra pizza vegana! Dato che io ho deciso di lasciare la base nuda in stile focaccia, per mantenerla morbida l’ho cosparsa con un emulsione di acqua e olio evo. Se decidi di condirla ad esempio con pomodoro o altra base non sarà necessario.
  • Aggiungi quindi la cipolla tagliata a fettine sottili e le olive schiacciandole leggermente nell’impasto.
  • Ultimo giro di olio evo e una spolverata di sale prima di infornare.
  • Lascia cuocere per 15-20 min. Regola la cottura in base alle caratteristiche del tuo forno (potrebbe essere necessario controllare la doratura della base a metà cottura e spostarla nella parte alta del forno per terminare la cottura).
  • Goditi la tua pizza vegana con cipolle, olive ed olio evo!

Pizza vegana: Note

Prima di scatenare l’ira dei pizzaioli napoletani veraci, voglio precisare che quella che propongo è una ricetta adatta da fare in casa, dove non si dispone degli strumenti della tradizione, come il forno a legna. Per questo motivo preferisco, per la pizza casalinga, una versione in stile in focaccia quindi più alta e che rimanga morbida. La pizza sottile e dal cornicione alto in perfetto stile Napoli non è riproducibile in un forno elettrico che nn raggiunge le alte temperature necessarie a cuocere rapidamente l’impasto senza indurirlo e permettendo al cornicione di gonfiarsi.

Non resta che augurarti buon appetito e felice World Pizza Day! Fammi cosa ne pensi della mia pizza vegana nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *